Utro: “Non siamo una corazzata, ma sappiamo quanto valiamo”

Comincia a farsi sentire il clima pre-partita per la gara di andata di Coppa Italia tra Marina di Ragusa e Santa Croce. Sul dibattito entra nel merito anche l’allenatore dell’ASD Marina di Ragusa, Salvatore Utro replica alle dichiarazioni del suo collega e avversario di panchina: “E’ un derby e come tale sarà una partita affascinante. Sarà la nostra prima uscita ufficiale nella competizione riservata alle squadre di Eccellenza. Siamo felici di stare in questa dimensione calcistica regionale, consapevoli sempre di essere una matricola, consapevoli anche che siamo una società che per la prima volta nella sua storia partecipa al massimo campionato regionale e consapevoli che siamo una squadra molto giovane. Noi non siamo quella squadra che ha descritto l’allenatore del Santa Croce definendoci “una corazzata”. Siamo semplicemente una squadra che deve fare il suo percorso giorno dopo giorno e domenica dopo domenica. Con il sacrificio ed il lavoro, cercheremo la nostra collocazione. Per me quest’anno le cosiddette ‘corazzate’ sono: Palazzolo, Biancavilla, Paternò, Giarre, Camaro, Milazzo; il Marina di Ragusa sa quale abito si deve cucire addosso in questo campionato. Quindi non mi rispecchio in quello che dice il mio collega, l’importante è saperlo noi quanto valiamo senza proclami. Inoltre la mia squadra entrerà nel campionato di Eccellenza in punta di piedi. Al contrario del Santa Croce, noi non abbiamo mai militato in questo torneo”.