Ufficiale: Francesco Vindigni ha firmato per il Marina di Ragusa

Si rafforza il reparto difensivo. La società ha ritenuto opportuno puntare su un giocatore che rappresenti un punto fermo del reparto arretrato. La trattativa è stata portata a termine dal Direttore Generale Francesco Postorino su input del DS Nunzio Calogero. Un lavoro sinergico che ha portato in rossoblu il forte difensore centrale Francesco Vindigni. Il giocatore modicano con un passato di tutto rispetto con le maglie del Ragusa, Modica, Akragas ha deciso di vestire la maglia del Marina di Ragusa. Francesco Vindigni è stato da tempo nel mirino della società e l’approdo nel campionato di Eccellenza, rappresenta per Vindigni un’altra sfida calcistica che lo affascina.

Per il DG, Postorino, l’arrivo di Vindigni non fa altro che stimolare tutto l’organo a fare bene. “Sono molto felice – dichiara il DG Francesco Postorino – che il giocatore ha deciso di vestire la maglia del Marina di Ragusa. Per noi è solo motivo di orgoglio aver dato la possibilità alla nostra squadra ad avere un punto di forze in Vindigni. Ho voluto trattare personalmente la trattativa, insieme al DS, perché avevamo la seria intenzione di trovare un accordo con il forte difensore centrale. Abbiamo illustrato a Vindigni quali sono le nostre prospettive per il futuro e di come lavora la nostra società su diversi fronti.”

“Non è stato difficile accettare le condizioni proposte dalla società – dichiara Francesco Vindigni. Ho accettato anche perché in squadra c’è gente con cui ho già avuto modo di giocare in passato in altre realtà. Poi il programma della società è molto interessante per chi come me vuole rimettersi in gioco in una realtà quale Marina di Ragusa che vuole essere tra le squadre protagoniste. Credo che qui davvero si possa fare calcio a certi livelli. Ho visto che qui c’è una bella organizzazione societaria. Questo è già un segnale inequivocabile che la dirigenza è proiettata verso altre mete. Ecco perché sarà interessante costruire insieme ai miei futuri compagni di squadra una bella realtà.”