Marina sprecona, col Camaro finisce 3-3

MARINA DI RAGUSA: La Licata, Iozzia, Immesi, Bello, Chiazzese, Capozzucchi, D’Agosta, Pellegrino, Maiorana (Arena N. 13’st), Arena D. (Iannizzotto 36’st), Baldeh (Arena A. 40’st). All Utro – A disp.: Di Martino, Belluardo, Morale, Maggio, Oro, Arena N., Carnemolla.
CAMARO: Mannino, Cappello (Munafò 27′ pt), Mondello, Falcone, Cammaroto, Morabito, Paludetti (Arena 13’st), Pantano, D’Amico, (Costa 13’st) Assenzio, Petrullo All. Lucà A disp.: Sanneh, Campo, Kah, Muscarà, Spoto, De Marco
ARBITRO: Falco (Sr) – Monaca (Sr) – Carpinato (Acireale)
NOTE: Temperetura tipicamente estiva. Circa 100 gli spettatori
AMMONITI: Assenzio (C) – Capozzucchi, D’Agosta (MdRG)
ESPULSI
RETI: Assenzio (C) 2’pt, Pellegrino 44’pt, 24’st (MdRG), Maiorana 2’st (MdRG), Mondello 13’st (C), Cammaroto 42’st)

Nella prima domenica di autunno, ma giornata tipicamente estiva, il Marina di Ragusa ha ospitato il temuto Camaro , per la terza giornata di
andata in Eccellenza. I rossoblu allenati da Salvatore Utro sono scesi in campo con una difesa a 4 con Iozzia chiamato a spingere sulla fascia destra.
centrocampo a quattro a rombo con Pellegrino “basso” a dettare i tempi. In attacco spazio a Maiorana con Daniele Arena al suo fianco. Dopo due minuti però è il Camaro a dettare i tempi della partita. Il tiro dal limite di Assenzio viene deviato con La Licata, incolpevole, trafitto per il vantaggio dei messinesi. La reazione dei rossoblu non si è fatta attendere. Al 10′ punizione dal limite per il Marina, sul punto di battuta D’Agosta che ha subito il fallo, ma la sua traiettoria è alta. Stessa cosa identica al 17′ ma stavolta dal limite Daniele Arena non riesce a centrare la porta. Al minuto 37 del primo tempo
D’Agosta ben servito in area da Arena tira forte ma trova la risposta in corner di Mannino. Dal corner successivo nulla di fatto.Al 44′ arriva il pareggio dei padroni di casa. Cross di D’Agosta testa di Pellegrino e tentativo di salvataggio della difesa del Camaro sulla linea di porta ma il pallone aveva già oltrepassato la linea di porta. così si chiudel il primo tempo, 1-1, La ripresa inizia subito col botto. Dopo un minuto Maiorana trova il gol del 2-1 dopo un rimpallo fortunoso. Al 9′ s’invola Arena sulla fascia sinistra supera il suo diretto marcatore mette al centro per Baldeh, murato da Mondello. Al 13esimo arriva il pareggio direttamente su punizione di Mondello dopo
un inutile fallo al limite. Al 21esimo gol annullato a Nicola Arena, per l’assistente dell’arbitro lattaccante era in off side. Al minuto 24 dempre del secondo tempo il Gladiatore decide di dare una svolta alla partita. Punizione calciata a pennello per la testa di Pellegrino che sigla il 3-2. Al 42esimo fallo su Mondello. Punizione in area, testa di Cammaroto e palla in rete per il definitivo 3-3. al 45esimo brivido freddo per Utro. Calcio d’angolo per il Camaro e traversa colpita di testa da Assenzio