Marina di Ragusa “bello e vincente” fuori casa

E’ forse nel DNA di questo Marina di Ragusa, o forse è solo sfortuna in determinati episodi, non riuscire a vincere in casa, nonostante ottime prove, e guadagnare punti fuori casa nei campi difficili, come quello di ieri pomeriggio della Jonica a Santa Teresa di Riva. I ragazzi di Salvatore Utro hanno giocato una partita ad altissimo livello senza lasciare opportunità agli avversari se non quelle di ordinaria amministrazione.

Nonostante le numerose assenze, chi per infortunio (Arena D., Gaspare Pellegrino, D’Agosta e Iozzia) chi per squalifica (Alessandro Arena), i giocatori hanno tirato fuori il meglio per battere un’ottima Jonica che veniva da 2 vittorie consecutive. I padroni di casa erano ben messi in campo da un allenatore che aveva studiato la gara in ogni minimo particolare, cosi come il nostro Mister. Una squadra, la Jonica, che ha lasciato poco spazio alla compagine rossoblu che non si è ma arresa raggiungendo la vittoria al minuto 83′, su incornata vincente di Nicola Arena che anticipa l’uscita del portiere avversario e deposita in rete. Una vera e propria liberazione per tutta la squadra che aveva giocato brillantemente ma che rischiava di non ottenere il giusto riconoscimento in campo per ciò che aveva finora dimostrato. Invece la rete di Arena ha ridato nuovamente vigore a tutto l’ambiente anche in vista del prossimo impegno casalingo contro l’Atletico Catania. Alla fine la tattica e le scelte di Mister Utro sono risultati vincenti. La settimana scorsa infatti la squadra si è allenata qualche giorno in campi di terra battuta, lo stesso fono su cui ieri ha giocato il Marina di Ragusa, per non farsi trovare spiazzati dal campo di gioco poco tecnico.

E’ stata anche la partita di esordio per il nuovo DS, Cesare Sorbo, il quale conosce molto bene questa categoria e questi campi ostici. Una vittoria che permette al Marina di Ragusa di rimanere aggrappata al treno dei play off.