L’analisi di Utro dopo il pareggio di Camaro

IL PAREGGIO LASCIA SEMPRE UN PO’ DI AMARO IN BOCCA, SOPRATTUTTO QUANDO LA PARTITA SI POTEVA VINCERE. È IL CASO DEL MARINA DI RAGUSA CHE È USCITO DALLO STADIO DEL CAMARO CON UN PAREGGIO (1-1) CHE STA STRETTO ALLA SQUADRA ALLENATA DA MISTER SALVATORE UTRO. PURTROPPO UN EPISODIO HA CONDIZIONATO IL PAREGGIO DEL CAMARO.

Sono tornati da Messina con l’amaro in bocca ma consapevoli ancora una volta che le partite si possono giocare tutte a viso aperto e soprattutto con chiunque. Una consapevolezza accresciuta anche dopo l’1-1 dell’articolo di sabato contro il forte Camaro. Per Mister Utro si è trattato una partita beffa come purtroppo è accaduto in questo campionato. 

“Abbiamo buttato al vento un’altra occasione per stabilizzare la nostra classifica – commenta Utro a fine gara. Purtroppo una decisione arbitrale nel momento topico della partita ci ha penalizzato. Avevamo chiesto la sostituzione a gioco fermo così come prevede il regolamento, ma non capisco perché non c’è l’hanno concesso. Da lì il gol del pareggio dei nostri avversari. Siamo tra le squadre più corrette del campionato e non capisco perché gli arbitri hanno atteggiamenti diversi con chi si comporta correttamente. Comunque sia guardiamo sempre il bicchiere mezzo pieno perché il miei ragazzi hanno fatto una partita all’altezza della loro capacità tecnica. Siamo una bella squadra e continuiamo con la striscia positiva di risultati. Da lunedì ci aspettano altri 10 giorni molto importanti per noi. Dopo la partita di domani a prossima abbiamo la finale di Coppa Italia a Biancavilla.”

Queste dunque le dichiarazioni del tecnico rossoblu a poche ore dalla partita contro i messinesi del Camaro. La società perfettamente in linea con le dichiarazioni del tecnico dà una lettura parallela di una artista che poteva vedere tranquillamente vincere i rossoblu. Adesso la concentrazione si trasferisce alla prossima sfida casalinga di campionato. Subito dopo la storica finale di Coppa Italia contro il Canicattì.