Il Marina di Ragusa “stecca” la prima

MARINA DI RAGUSA: La Licata, Carnemolla (Maggio 45’st), Immesi, Iozzia, Chiazzese, Capozzucchi, D’Agosta, Pellegrino, Arena N. (Maiorana 30′ st), Arena D. (35′ st Passewe), Bello Saddik (4′ st Baldeh). All Utro A disp.: Di Martino, Morales, Di Maio, Belluardo
TERME VIGLIATORE: Foti, Laudani, Triolo (Leo D. 24’st), Bucolo, Leo S., Puzzone, Bartuccio, Chiappone (31’st D’Anna), Calabrese, Genivese, Crifò (Chillari 37’st.) All: Cambria A disp.: Barca, Scardino, Caliri, Giunta, Crisafulli, Chiofalo
ARBITRO: Galioto (Sr) – Assistenti: Di Paola (Ct) e Lunelio (Ct)
NOTE: Temperetura tipicamente estiva. Circa 100 gli spettatori
AMMONITI: Puzzone, Genovese, Leo S., Triolo, Laudani (TV) – Pellegrino (MdRG)
ESPULSI
RETI:
C’era molta attesa nel vedere in campo le due formazioni, Marina di Ragusa e Terme Vigliatore, nel loro esordio nel campionato di Eccellenza. La Prima, il Marina, perchè costruita per far bene in questo campionato con il primo obiettivo che è la salvezza. Il Terme perchè oggettivamente ha messo su una squadra di tutto rispetto in grado di puntare ai Play Off. La cronaca della partita ci porta al 5′ quando su punizione, D’Agosta tenta di sorprendere Foti, ma la palla esce di pochi centrimetri alla destra del portiere. Dopo tre minuti il Terme si rende pericoloso con un colpo di testa di Genovese che colpisce la parte alta della traversa della porta di La Licata. Al 13′ ancora il Terme pericoloso. Cross basso dalla destra di Bartuccio e palla che passa davanti lo specchio della porta di La Licata finendo sul fondo. Per tutto il primo tempo le due squadre si sono equivalsecon un paio di azioni per parte ma con scarso successo.

Nella ripresa invece si è visto un Marina di Ragusa sceso in campo con un altro Piglio, anche per l’ingresso in campo del veloce Baldeh. Dopo 4 minuti gol annullato per fuori gioco a Nicola Arena che aveva trovato il canale dopo un colpo di testa a seguito di una straordinaria parata di Foti, ma per la signara Lunelio Arena era in offside. Gli ospiti alzano la linea del fuorigioco e per gli uomini di Utro diventa difficile entrare tra le maglie del Terme, rendendosi pericolosi in contropiede. al minuto 23 è toccato a Immesi essere fermato dalla bandierina di Lunelio, anche in questo caso gol annullato per fuorigioco. Alla mezz’ora Utro rinfresca l’attacco ritirando in panchina i fratelli Arena a disptanza di pochi minuti, mettendo in mischia Maiorana e Passewe. al 45 arriva la doccia fredda per il Marina di Ragusa. cross in area miracolo di La Licata ma sotto porta arriva Leo che di piatto mette in rete per lo 0-1 e l’incredulità dei tifosi rossoblu. Sconfitta immeritata, forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto